La Fondatrice

Chania

 

Mi chiamo Marinella Locantore e sono una ballerina cantante diplomata che da anni abbina all'arte un parallelo studio su se stessa dal punto di vista spirituale ed evolutivo. Da anni e` mia priorita` dedicarmi al canto puntando l'attenzione sull' importanza del suono e dell'ascolto del corpo per promuovere un metodo funzionale che si sposi in maniera naturale alle caratteristiche fisiche e caratteriali di ogni singolo individuo piuttosto che ad un approccio manipolativo. Questo mio interesse e` maturato dopo anni di ricerca di una mia espressivita` spontanea e libera dalle limitazioni esterne e dai condizionamenti dati da approcci all'arte e al canto concepiti piu` come mezzi di autoaffermazione piuttosto che di dono e interazione. E' stato complicato e difficile, nonostante i miei sforzi e la mia sincera determinazione, a trovarmi spesso in contesti e ad avere risposte non in linea o addirittura in contrasto con il desiderio di verita` della mia voce. E' normale passare da questo stadio per comprenderne l'inefficacia e la frustrazione che ne puo` derivare ma ringraziero` sempre il mio percorso perche` solo passando attraverso questi ostacoli ho potuto approfondire cosi`intensamente la materia da farla diventare strumento di trasformazione della mia vita. Mi e` chiaro da tempo, ed oggi sempre piu`, quanto la voce sia in connessione con il benessere totale del proprio essere e quanto questi siano interconnessi. E' quindi imprescindibile lavorare su questa totalita` e vedere questo percorso come un sole con tanti raggi di cui la voce puo` essere un singolo raggio quanto il sole stesso. Ringrazio in tal senso che mi e` stato vicino in questo percorso e che tutt'ora lo fa con pazienza e amore e ringrazio con la stessa intensita` il libro "Autobiografia di uno Yogi" di Paramhansa Yogananda che mi ha spinto naturalmente a cercare la mia via all'eta` di 15 anni, i formatori e alchimisti Giorgio Sangiorgio, Salvatore Brizzi e Max Amadio che mi hanno insegnato a ringraziare la vita e a prendermi la responsabilita` di tutto cio` che accade a me ed intorno a me, il metodo di canto funzionale di Gisela Rhomert e la sua evoluzione Modai che mi ha dato i nuovi strumenti principali per l'ascolto, i consigli di Laura Pigozzi e del suo libro "A nuda Voce" per l' intimita` che la voce puo` esprimere e racchiudere, lo yoga dinamico di Yengar cosi`importante per ritrovare la connessione con la colonna vertebrale e la sua energia, le meditazioni attive di OSHO per la trasformazione e l'accettazione delle condizioni umane, le Costellazioni familiari con Simona Celle e Nadia Zanella per la riconnessione con le proprie origini e la loro integrazione, l'Enneagramma di Gurdjeff espostomi da Don Sergio Messina per avermi fatto comprendere la mia personalita` e per avermi fatto lavorare sulla "disidentificazione" e comprendere la bellezza della diversita` umana, Alejandro Jodorosky e la sua psicomagia e la meraviglia della danza Classica che mi ha permesso di entrare in connessione con il mio corpo gia` in tenera eta` facendomi innamorare della musica cosi`preziosa per l'essere umano.... La musica...che miracolo..!!!Dio si manifesta spesso nel mio cuore grazie al suo potere veicolante. La danza classica e il mio insegnante di canto e solfeggio Michele Facciuto sono stati indispensabili al mio percorso canoro. L'impostazione ritmica ricevuta e l'allenamento costante verso il percepire e sentire se stessi tramite la musica e il corpo sono diventati i piu` cari complici della mia voce, del mio essere insegnante.. e della persona che sono oggi e dell'artista che cerco di far emergere ad ogni spettacolo che mi emoziona sempre come se fosse il primo.. Il mio desiderio e` di donare tutto questo mio percorso e soprattutto di poter trasferire tramite la mia empatia la gioia e l'importanza che puo` avere la voce e la sua liberazione totale abbinata ad una consapevolezza sempre piu` profonda del proprio corpo, della propria energia e del proprio unico e meraviglioso potenziale di essere umano.

Ringrazio Jimmy per avermi insegnato tanto ... Ringrazio i miei ragazzi che mi danno tanto ... Ringrazio la vita che continua a sorprendermi ... Marinella Locantore "L'artista dovrebbe essere il primo ad avere l'infinito sempre ben presente nel suo cuore, come una stella a cui mirare..o un "magnete" dal quale farsi attirare."
Da INFINITO, la profondita` dell'anima.
 
Torna